Esistono altri tipi di Moneta

Scenario:

Da 30 anni l’Italia, insieme ai paesi Mediterranei, vessa in una Crisi endemica. Perché dovrebbe importanti? Perché ci stiamo impoverendo, perché la nostra terra si sta pauperizzando, e tu potresti essere ricco. Perché? Perché siamo Sovrani. Come i Re portavano una corona in testa così noi Popolo Italiano siamo Sovrani. Ma allora perché non possiamo risolvere la Crisi? Perché abbiamo dimenticato di essere Sovrani e non siamo stati educati ad esercitarlo.

In altri articoli ho spiegato in che senso abbiamo perso la sovranità monetaria, come qui.

Come si passa dall’idea di essere Schiavi all’idea di essere Sovrani? Basti leggere la Nostra Costituzione del 1946:

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Cosa vuol dire che la Sovranità appartiene al Popolo?

Una premessa. Al tempo presente esistono nel mondo differenti modelli economici. Così, nella storia, le società hanno adottato differenti tipi di moneta. Le regole e le leggi economiche sono delle convenzioni.

In base al modello di moneta generiamo società differenti. Questo lo sapevano anche gli antichi Greci, gli antichi Romani, e lo sanno anche i Banchieri di oggi.

Se vogliamo società positive la moneta deve essere pubblica, di pubblica proprietà e pubblico il suo interesse. L’economia cooperativa, non competitiva, che produca il benessere della società. La società fondata sull’etica, sulle necessità reali dell’uomo, e da qui creare l’economia.

Oggi invece la società è negativa. La moneta è privata, generata con gli interessi e scarsa. Quindi non è sufficiente a generare benessere per tutti quanti noi. L’allocazione delle risorse dipende dai mercati e non dalle reali necessità degli uomini. L’economia reale è prodotta dalla finanziarizzazione della società; ovvero che la finanza riceve più soldi dell’economia reale. Tu non puoi accedere alla moneta se non attraverso il debito, e dopo vediamo meglio perché.

La nuova lotta dei popoli, della loro sovranità, sovrani della propria vita, delle proprie democrazie, sarà la lotta che riporterà la moneta da un bene privato, soggetto al monopolio, ad un bene pubblico, volto allo sviluppo etico dell’economia intera.

Dobbiamo ripartire dalla Costituzione della Repubblica Italiana. Quali sono quindi gli elementi dello Stato? Popolo, Territorio e Sovranità (Imperium). Cosa è la Sovranità? La Sovranità è il diritto all’ultima parola, è la parola sopra la quale nessuno può parlare. Perché oggi non possiamo alzare le case in Abruzzo? Perché abbiamo ceduto la Sovranità. Perché siamo tutti indebitati? Per lo stesso motivo.

E qui viene il nodo più difficile da sciogliere:

Esiste uno Stato senza Sovranità? No! E noi ce lo abbiamo scritto all’art. 1, non nell’ultimo articolo. Dall’art. 1 al 12 troviamo i principi inviolabili ed intoccabili anche dall’Unione Europea, come espresso nella Sentenza n. 86 2012 Corte Costituzionale. Noi siamo ancora sovrani. Vuol dire che prima dei Trattati Europei noi siamo ancora legati ai primi 12 articoli fondamentali della Nostra Costituzione.

Come esprime la sua Sovranità uno Stato?

Quali sono quindi gli elementi fondamentali per esercitare la sovranità all’interno dello Stato: popolo, territorio e sovranità? Sicuramente la creazione della moneta e la leva fiscale. Quindi anche queste appartengono al popolo, secondo la nostra Costituzione. Ed infatti la nostra Costituzione affidava questi poteri al nostro Stato che li esercitava per realizzare ad esempio:

E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

art. 3 Costituzione della Repubblica Italiana

Attualmente, dalla firma del Trattato di Maastricht, 1993, poi l’entrata nell’euro nel 2002, solo le prime sono state cedute all’Unione Europea: quindi la creazione della moneta.

Vi faccio un esempio:

Tutti sono convinti che manca il lavoro. Ma ci guardiamo in giro e vediamo che le case e il territorio hanno bisogno di manutenzione e spendiamo miliardi per i danni, quando 8 milioni di persone almeno cercano lavoro. La manutenzione costa un millesimo rispetto ai danni e potrebbe attivare produzione e salari nel nostro paese. La manutenzione non è un costo. Il lavoro c’è. Abbiamo tutto. Abbiamo i mezzi, abbiamo le persone. Cosa ci manca? I soldi? Perché sono scarsi? Guardate questo video di 30 secondi:

Quanti tipi di moneta esistono?

  • Attualmente nel sistema monetario il 7% della moneta è composto da banconote e monete. Questo tipo di moneta si chiama moneta debito e lo abbiamo affidato alla BCE.
  • Poi, il 93% restante è il credito bancario, il quale signoraggio è del SBEC. E insieme fanno 100%.
  • Poi, c’è la moneta fiduciaria privata. L’economia nacque con queste ma ora non sono più utilizzate: le cambiali. Oppure sono emersi altri sistemi fiduciari come Bitcoin e company. Ma non sono questi la soluzione per noi.
  • Esiste poi un quarto tipo di moneta del quale non ne parla mai nessuno: la moneta della sovranità. Non è che l’abbiamo ceduta alla BCE, non la utilizzavamo neanche prima. Solo che, prima dell’Euro, la nostra Banca Centrale comprava i Titoli di Stato rimasti invenduti e tutto si risolveva, oppure copriva il bilancio rimasto scoperto, come fa il Giappone. Con questo sistema degli anni 70’ eravamo la 5 potenza manifatturiera al mondo.

Insomma come vedete la lotta sta nelle idee e nella conoscenza. Agli Stati spetta la Sovranità Monetaria, e Noi Popolo Sovrano possiamo scegliere: ma non la esercitiamo. Altro che flax tax.

Pensata che se potessimo fare questa moneta, attualmente, con l’1,5 % di Pil potremmo far assumere un milione di giovani laureati per un anno. E sistemare gli ospedali, le istituzioni, le scuole.

La moneta a debito non è l’unica esistente, dobbiam svegliarci. Con un po di moneta positiva si farebbero grandi cose e vi spiego perché:

Origini della MONETA

La moneta venne introdotta dai Re. Non è stata la popolazione globale che, stanca ed annoiata dal baratto, senza internet, decidesse all’unisono di coniare la moneta, magari con una zecca nelle loro case. No.

La moneta appare per la prima volta intorno il 600 a.C. in Lidia e da allora cominciò ad essere coniata in altri luoghi, fino alla Cina. Ma perché nello stesso periodo tutti cominciarono a coniare la moneta? E’ un epoca di ingenti scambi tra le popolazioni, fiorenti economie, scambi commerciali, leggendarie battaglie, violenze e colonizzazioni. Furono i Re che ponendo l’effige sovrana batterono moneta per pagare gli eserciti, ritirandola con le tasse, non la popolazione che stanca del baratto decise di creare la moneta. La storia di Adam Smith è completamente immaginaria e non ha trovato prove archeologiche.

Ora, nella storia proviamo a distinguere le monete positive dalle monete negative.

Monete positive

  • Monete in oro e argento
  • Carta moneta del Gran Khan descritta da Marco Polo, che lo descriveva come l’uomo più ricco del mondo
  • Monete metalliche
  • Biglietti di Stato: esempi furono il dollaro di Kenney e la Statonota di Aldo Moro.

Monete negative

  • Tavolette del debito ritrovate in Mesopotamia
  • Note di banco: banconote
  • Moneta elettronica
  • Credito bancario (quello che usiamo di più)

Dova sta la differenza tra essere Sovrani ed essere Sottani?

Immaginate lo Stato come un corpo. Il nostro corpo ha i vasi sanguigni che portano i nutrienti in ogni dove.

Il cuore (la banca centrale) pompa sangue (moneta) perché arrivi in tutte le diramazioni che altrimenti si atrofizzano e muoiono. E’ interesse del cuore centrale che questo compito sia svolto bene, non pompando troppo, ne troppo poco.

Oggigiorno l’Italia è come un corpo incidentato su una barella. Il suo cuore non produce più sangue (moneta) ma abbiamo una flebo attaccata (BCE): moneta debito. Ora solitamente la flebo si tiene un poco di tempo e poi riprendi a camminare da solo giusto? No. Noi da trent’anni siamo un corpo che chiede sangue in prestito, con gli interessi. Forse la cura è la malattia?

Secondo voi che fine fa un corpo che chiede sangue in prestito e lo deve con gli interessi dopo trent’anni? Il Paese che avete sotto gli occhi. Muore. Svenato.

Perché, al contrario, nella nostra Costituzione era previsto che la moneta era creazione dello Stato per realizzazione di questo?

La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito. Favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese.

art. 47 Costituzione della Repubblica Italiana

Lo Stato deve spendere la moneta perché ha tutti gli strumenti per ritirarla se in avanzo, e perché lo Stato è Sovrano. Attualmente il nostro settore pubblico e privato stanno soffrendo perché non c’è abbastanza moneta per i fattori sovraesposti. La soluzione di stampare moneta sovrana è l’unica soluzione per sopravvivere.

<<Una famiglia vive solamente se spende meno del proprio reddito. Lo stesso si può dire per un’azienda che crea il proprio guadagno unicamente spendendo meno di quanto guadagna. lo stato, invece, per consentire ai propri consociati di accumulare risparmio, deve fare deficit. Lo Stato deve immettere moneta nel sistema spendendola attraverso la spesa pubblica in quantità maggiore di quanta ne drena>> (M.Mori, Il tramonto della democrazia).

Dal 1993 osserviamo sui siti Istat o Eurostat la tenddenza inversa: l’Italia tassa di più di quando spende. Perché sei povero? eccoti qui. Per ripagare questi debiti privati, e non il debito pubblico in se.

Perché il debito è divenuto un serio problema? Per questi motivi. Lo Stato non riesce a gestire gli ingenti debiti privati su una moneta presa con interessi. Ed il debito sale. E l’economia regredisce perché una parte consistente delle nostre tasse va nelle tasche di privati esteri.

Questo tipo di moneta debito che usiamo non solo è stupido per un popolo Sovrano che non sa di esserlo, ma da un potere strepitoso alle Banche. Esse, le Banche, non sono più dei semplici intermediari. Esse creano la moneta con i prestiti. Non esistono popoli Sovrani con il cappio al collo.

Bisogna creare un circolo vizioso positivo, con una moneta positiva e senza debito. Solo così nel mondo si creeranno relazioni non debitorie. Permetterebbe allo Stato di aumentare i suoi incassi ed arricchire l’economia.

Dove è il meccanismo che non capite? Il SEBC crea moneta, ed il nostro Stato emette i Titoli di Stato. Perché lo Stato non mette i suoi Titoli nella nostra Banca Centrale ed ottiene direttamente il Denaro? Perché oggi ci arriva attraverso le Banche Commerciali con gli Interessi? Lo Stato deve cominciare a creare Titoli di moneta e smetterla di creare Titoli di Debito.

E’ assurdo dire che il nostro paese può emettere titoli per 30 milioni ma non 30 milioni di moneta. Entrambe sono promesse di pagamento; ma una promessa ingrassa l’usuraio, l’altra invece aiuta la collettività.

Thomas Edison (1847 – 1931)

Riassunto in pillole Moneta Debito

Attualmente ripeto il SEBC crea moneta, le presta alle banche private, che creano il credito bancario (tutto per magia) e lo prestano a cittadini, imprese e Stato. Questo crea da un lato un debito pubblico e dall’altro un credito privato. Questo debito pubblico è calcolato pari ad un ammontare di 70 miliardi l’anno per il SETTORE PUBBLICO e 130 miliardi l’anno per il SETTORE PRIVATO. 200 miliardi interessi pagati su ambi i debiti. e ci stracciato per la manovra finanziaria del 2,4%, 2,3%, 2,2%, 2,1%…?

Moneta debito dagli art. 119 a 130 TFUE

Cosa dovrebbe fare un governo italiano attualmente senza uscire dall’Unione Europea?

Per come sopra avrete letto non possiamo fare Banconote, perché sono del Sistema Banche Europee Centrali (SEBC). Ma:

Gli Stati membri possono coniare monete metalliche in euro con l’approvazione della Banca centrale europea per quanto riguarda il volume del conio.

Articolo 128 TFUE (ex articolo 106 del TCE)
  • Creare una moneta Sovrana, come le monete metalliche, come fa la Germania e la Finlandia, per riprendere l’economia del Paese;
  • Vendere attraverso le Poste Italiane i CCT, perché da 30′ anni andiamo in Banca e ci vendono i BTT o altri prodotti che portano guadagno solo a loro. Lo Stato deve fare impossessare i suoi cittadini, non i privati, dei titoli di Stato.
  • Istituire Banche Pubbliche per creare moneta elettronica, che è quella che più usiamo, ma non la produce il nostro Stato. Qualcuno lo fa? La Germania. Con un sistema banche pubbliche il 50% di quegli interessi privati tornerebbe nella nostra economia. Quindi 100 miliardi l’anno. Le Banche Pubbliche sono il motore dell’economia. Sono previste nei contratti di governi. Le Banche Pubbliche sono un soggetto fondamentale per lo sviluppo dell’economia, lo dice anche la BCE. La moneta elettronica prodotta da questa non è prevista nei Trattati.
  • Nazionalizzare la Banca Centrale Italiana, le quali quote sono in mano a privati esteri. Con nuovo obiettivi, fondati sull’etica e sulla Costituzione della Repubblica italiana, come la piena occupazione e la crescita; non la stabilità dei prezzi. Il governatore deve avere gli strumenti per raggiungere gli articoli della Costituzione. Le quote della Banca Pubblica potrebbero essere assegnata come quote inalienabili ai cittadini italiani. Come prevede la Costituzione.
  • Usare la leva finanziaria, ancora in possesso dallo Stato, per finanziare le infrastrutture pubbliche, per alleggerire le tasse. Creare risparmio come previsto nella Carta Costituzionale. Lo Stato deve riappropriarsi nel creare moneta per generare potere d’acquisto. Non è un’idea nuova, non è un’eresia. Oggi parliamo sempre delle cose che non vanno non guardando a quello che già possiamo fare senza uscire dalle regole europee. Senza aprire un contenzioso alcuno. Questa mossa creerebbe ampie porzioni di Sovranità.
  • Aprire alle aste sui Nostri Titoli di Stato maggiori interlocutori. Attualmente sono autorizzati 16 invitati autorizzati nella lista del Ministero del Tesoro. Su un debito di 2373 e passa miliardi. 16 interlocutori sono pochi. La Germania che offre meno titoli ne ha 36 ad esempio. e nei nostri 16 sono esclusi l’Iccrea (Banco Cooperativo), l’Ubi e il Banco Popolare, non c’è nessuna Banca Canadese, non c’è il Bank of Scotland, o una banca del Sud Americana, o Russa, o la più grande Banca giapponese Mitsubishi. Ci sono stati casi di interlocutori, tra i nostri, che sono stati condannati per aver manipolato il mercato. Ad aggravare le cose, durante le lettere tra Ciampi e Andreatta, nel divorzio tra Tesoro e Banca Centrale, 1981, che determinò l’aumento del debito pubblico, perché la Banca non era più obbligata a comprare sulle aste gli eccedenti, allora si stabilì anche un nuovo tipo di asta: l’asta marginale. Che determina il prezzo di tutti i Titoli al costo di quelli invenduti, appunto i marginali. Insomma, più interlocutori ci sono e forse sarà più difficile gestire a modo il costo dell’asta sui Titoli. C’è un sospetto, dovuto ai meccanismi dall’asta marginale. Ma perché non 50, 60, 100? Ci serve vendere i Titoli quanto più possibile.
  • Proporre Amargi; l’annullamento del debito. Una chiusura di giro.

L’inflazione

Se parli di creazione della moneta la prima cosa che ti dicono è: crea inflazione. L’obiettivo della BCE è che sia al 2%, e Draghi non c’è mai riuscito; attualmente è molto più bassa. Mentre l’inflazione nella finanza non ha limite alcune. Vuol dire che se uno investe in borsa avrà dei rendimenti elevatissimi. E’ per questo che le Banche non prestano più soldi a noi, ma li usano in Borsa. L’economia reale è invece ferma.

Tre giustificazioni adduco ai sostenitori del pericolo dell’inflazione:

  1. Secondo la famosa curva dell’economista Phillips vi è una relazione inversa tra il tasso d’inflazione e il tasso di disoccupazione.

2. Non siamo nel deserto. Stampare moneta nel deserto produce inflazione perché Io non produco ricchezza reale. Stampare moneta in un territorio come l’italia andrebbe a coprire tutte quelle ricchezze che neanche utilizziamo. E che siamo in piena deflazione.

3. Draghi con tutti i soldi che ha stampato non è riuscito a far arrivare l’inflazione al 2%, prova del fatto che l’inflazione non sale stampando moneta, soprattutto in un cotesto deflattivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...